We Love Eolie … ma fuori stagione

L'isola è un vero paradiso per gli amanti dell'aria aperta fuori stagione.

lipari

Se state pensando a una vacanza fuori stagione all’insegna della tranquillità e del risparmio, senza però rinunciare alla bellezza del mare eoliano e alle delizie della nostra cucina, forse questa è la meta che fa per voi.

Sbarcare alle Eolie in inverno non è facile: tra coincidenze aeree che mancano e con il mare, che talvolta rende l’arcipelago irraggiungibile anche per diversi giorni, il turismo di massa non è il turismo che la contraddistingue e malgrado sia diventata il “buen retiro” di alcuni “Vip”, ha nella sua semplicità la sua essenza più vera. “Trucco e parrucco” lasciano lo spazio alla salsedine sulla pelle e il vento tra i capelli.

Scendere dall´aliscafo e scoprire il paradiso. Odori selvaggi e colori lavati dal temporale. Negozi sonnacchiosi e sentieri che spezzano le gambe.



Ovunque, panorami indimenticabili. Queste sono le Eolie in inverno.

Perché, chi le conosce, sa che l´arcipelago ha due anime. Quella più nota è fatta di alberghi, ristoranti gremiti e barche di lusso.

winter-vulcano

Ma le Eolie, rubate ai mesi più freddi, sono una vera miniera di sorprese. Lo sapevano bene i viaggiatori-scrittori del secolo XIII e XIX, tra i quali spiccano i nomi dello scienziato Déodat de Dolomieu, quelli degli artisti Jean Houel e Gaston Vuillier, dello scrittore Alexandre Dumas e dell’ arciduca Luigi Salvatore d’ Austria.

Artisti, scrittori, musicisti e intellettuali solo davanti a quei panorami, dicevano, riuscivano a trarre ispirazione per le loro opere. E quel fascino, inalterato, resiste alle insidie del tempo.
Sin dai primi di novembre le Eolie sono perfette per chi vuole immergersi nell´arte, sognare e passeggiare.

Certo, non bisogna aspettarsi discoteche e serate mondane. Ma la piazzetta di Marina Corta di Lipari è sempre aperta con i suoi caffè e (vista la stagione) le fumanti tazze di the o cioccolata calda.

Anche i liparoti sono diversi: più rilassati, disponibili a raccontarsi e ad accogliere i pochi turisti con un sorriso.

lipari

Le giornate possono essere intense anche se il tempo sembra scorrere, finalmente, al rallentatore. Per gli appassionati di archeologia non può mancare un appuntamento con il Museo Archeologico Eoliano interamente dedicato alle diverse culture succedutesi nell’arcipelago delle Lipari dalla preistoria ad oggi.

Se c´è ancora voglia di curiosare nella storia, si può visitare la Cattedrale di San Bartolomeo, con annesso il Chiostro di Santa Caterina, la Chiesa di Maria SS. della Grazie, la Chiesa dell’Immacolata e dell’Addolorata, tutte situate nella zona del Castello di Lipari.



Ogni caletta poi è un micro-cosmo e ad ogni soggiorno, scoprirete sempre qualcosa di diverso, di nuovo. È l’arcipelago che si svela, poco alla volta, solo a chi l’ama veramente, perché le Eolie non si apprezzano: o si amano o si odiano. Non ci sono mezze misure.

In un’arcipelago dove è la Natura a farla da padrone, bisogna accettare che sia Lei a guidarci nei nostri giri, accettando, soprattutto per assecondare le bizze del vento, quali siano i posti migliori per la nostra giornata al mare.

Ma come sono realmente le Eolie in autunno/inverno e soprattutto cosa succede? Possiamo farci un’idea attraverso questo documentario fil set della Observational.

Una sorpresa, per chi arriva nell´isola in autunno, è anche l´ospitalità. Molti degli alberghi sono chiusi, con l´eccezione dell’Hotel Filadelfia o del Settima Luna Hotel, mentre restano aperte strutture più piccole come il B&B Casa Mafalda o la pensione di Enzo il negro.





© RIPRODUZIONE RISERVATA