Isola di Stromboli

Ha una superficie di 12,6 kmq

mappa di Stromboli

La più lontana e la più orientale delle Eolie, Stromboli dista circa 22 miglia da Lipari. Gli antichi la chiamarono Strongyle, la rotonda.

Ha una superficie di 12,6 kmq. e circa 420 abitanti, chiamati strombolani. Il suo vulcano attivo è alto circa 920 metri sul mare e i fondali sono molto profondi (1200 m.).

scritta-stromboli

L’ isola è un vulcano che emerge dal mare; la parte emersa, in attività persistente almeno da 2000 anni, si è formata principalmente durante due cicli d’attività.

Un ciclo antico, costituito da eruzioni di materiale solido e da colate di lava, che ha formato tutta la parte orientale dell’isola; un ciclo più recente, costituito principalmente da colate laviche, che ha formato tutta la metà occidentale dell’isola.

il-panorama-di-stromboli

 L’attuale attività viene considerata come facente parte del ciclo recente. La zona craterica è formata da 3 coni attivi, la cui attività vulcanica è prevalentemente a carattere esplosivo, con lancio di lapilli e frammenti di magma.

Le colate laviche si incanalano in una larga conca scoscesa verso il mare, chiamata Sciara di Fuoco. Stromboli è l’unico vulcano in Europa e uno dei pochi al mondo in attività eruttiva permanente. Di notte, i suoi bagliori intermittenti si possono scorgere a grande distanza. E’ per questo che l’isola è stata definita, sin dall’antichità classica, “faro del Tirreno”.

I centri abitati sono: Ficogrande, Piscità, S. Vincenzo e Ginostra. Quest’ultimo è un minuscolo villaggio di circa 30 abitanti, non raggiungibile da terra, collegato con il resto dell’arcipelago solo via mare.  

 © RIPRODUZIONE RISERVATA