Isola di Salina

Dopo Lipari, la seconda isola in fatto di estensione: circa 27 Kmq di superficie.

mappa di Salina

E’ invece la piu’ alta per le vette dei monti “Fossa delle Felci” e “Monte dei Porri”, vulcani ormai spenti da tempo; da qui il suo antico nome Didyme, che significa Gemelli. Quello attuale deriva da un laghetto dal quale si estraeva il sale (usato poi per la conservazione dei capperi e del pesce).

video a cura di Luca Morreale

E’ la seconda isola piu’ popolata dell’arcipelago: conta infatti circa 2.300 abitanti. E’ suddivisa in tre comuni autonomi: S. Marina, Malfa e Leni. Le frazioni si chiamano: Lingua, Rinella, Val Di Chiesa, Pollara e Torricella.

Salina e’ costituita da sei vulcani. I piu’ antichi, localizzabili a Pizzo di Corvo, Monte Rivi e in prossimita’ del Capo Faro, si sono sfaldati nel corso dei millenni, mentre i vulcani-strato gemelli di Fossa delle Felci e Monte dei Porri conservano la forma conica perfetta.

In varie località dell’isola si riscontrano tracce dell’attività post-vulcanica come i fenomeni chiamati “sconcassi”, in prossimità di Rinella, che consistono in una copiosa emanazione submarina di gas e vapori. L’ esalazione, quando si accentua, determina lo sconvolgimento del fondo del mare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA