Escursioni via mare a Salina

Il giro dell'isola in barca permette di ammirare, oltre alla trasparenza del mare, le incantevoli pareti rocciose lavorate dalle forze della natura, le ridenti spiaggette e i centri abitati, dalle tipiche casette bianche, adagiati lungo il mare o a mezza costa.

Iniziando da S. Marina il giro dell’isola in barca e puntando verso nord, anche Salina rivela la sua natura vulcanica attraverso le rocce selvagge dello Scoglio Cacato e, più avanti, di quello di Capo Faro e di Torricella.

Partendo da qui, si costeggiano gli impressionanti ma suggestivi valloni terminali dei picchi vulcanici. Continuando, si giunge alla Punta del Perciato, che è infatti un grande arco creato nel promontorio dalla forza del mare. Lasciato alle spalle il Perciato, si raggiunge il faraglione di Pollara, ricco di grotte.

Poco oltre, si doppia l’estremità ovest di Salina e si continua fino a Rinella.

Infine si incontra Punta Lingua, che è la punta più vicina all’isola di Lipari; completando il giro, si rientra poi a S. Marina.

Il mare circostante l’isola è ricco di fauna ittica. La pesca di “cicirella”, sauri, acciughe, sardine, occhiate e ope è abbondante; quella del pesce spada viene praticata con ottimi risultati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA