S. Bartolomeo e la sua storia

I festeggiamenti ufficiali del patrono S. Bartolomeo

La storia della passione dell’apostolo Bartolomeo narra che Egli fu un predicatore itinerante in Asia, dove convertì moltissimi alla fede, motivo per il quale fu ucciso in Armenia dai pagani. La sua fu una terribile morte: fu prima scorticato e poi decapitato.

s-bartolomeo

Dopo la sepoltura, numerosi furono i miracoli che la popolazione gli attribuì e che per questo contribuirono ad aumentare le manifestazioni di devozione. Ciò infastidì gli infedeli, che posero le spoglie del Santo in una cassa di marmo e la gettarono in mare, in modo che i cristiani non potessero più mostrarGli la loro fede. Un giorno avvenne un episodio miracoloso: la pesante cassa, invece di giacere sui fondali, galleggiò e , spinta dalla forze delle acque, raggiunse la piccola isola di Lipari.

Qui fu accolta da Agatone, primo vescovo dell’isola, che in sogno era stato avvisato da un Angelo del miracoloso arrivo. La popolazione di Lipari , esultante per essere stata gratificata ed onorata ad accogliere il grande dispensatore della fede cristiana , elesse San Bartolomeo patrono delle isole Eolie. Da allora non mancarono occasioni per gli abitanti delle isole di rivolgersi alla pietà del Santo in concomitanza di pestilenze, terremoti e assalti dei barbari.



San Bartolomeo, come si tramanda, ha sempre protetto gli eoliani nonostante il fatto che, dopo la quasi totale distruzione della comunità da parte dei saraceni (avvenuta intorno all’anno 840), le sacre reliquie furono trafugate e successivamente traslate, prima nella città di Benevento e dopo a Roma. La fede dei Liparesi verso il Santo Patrono si mantiene integra tutt’ora e non di rado ci si rivolge a Lui per intercedere presso l’ Altissimo.

Manifestazione evidente di devozione è la Statua d’argento, a dimensione d’uomo, che rappresenta il santo e che fu realizzata grazie ad una colletta della popolazione. La statua risale al 1728 e da quell’epoca si trova nell’attuale cattedrale su un bellissimo altare ligneo costruito per l’occasione.
In cattedrale sono anche custoditi: il Sacro pollice del Santo, unico frammento delle sacre reliquie rimasto sull’isola, e il “Vascelluzzo d’argento”, realizzato nel 1930; si tratta di un’ artistica navicella fatta realizzare per ringraziare il Santo che, secondo la tradizione, fece giungere carico di grano a Lipari, in un periodo di carestia; grazie a questo evento miracoloso fu evitata morte di sicura a buona parte della popolazione. In tante occasioni, dunque, San Bartolo si è dimostrato benevolo; per questo sono state istituite ben 4 feste in Suo onore.



La prima cade il 13 febbraio, data che commemora il suo arrivo; per l’occasione, nella piazzetta di Marina Corta, si svolge a cura della comunità dei pescatori la simbolica “asta dello stendardo”: chi ha ricevuto o richiesto una particolare grazia porta in processione lo stendardo e ne diventa teoricamente custode per un anno.

La seconda si svolge il 24 agosto; ad essa viene dato ampio risalto perché rappresenta la festività ufficiale istituita dalla chiesa cattolica. Durante questa festa, che inizia il 21 agosto, vengono organizzate diverse manifestazioni mondane con la presenza di gruppi musicali.

s-bartolo
San Bartolomeo patrono delle isole Eolie – festa del 24 agosto a Lipari

Per l’occasione il centro urbano di Lipari e la cattedrale vengono illuminati artisticamente e si svolge un mercatino all’aperto. A tali manifestazioni si accompagnano momenti religiosi che culminano con la tradizionale processione del Simulacro, del Vascelluzzo e della Santa reliquia per le vie cittadine.



A chiudere definitivamente la festa sono gli spettacolari fuochi d’artificio che incendiano il cielo della città. La terza e la quarta festività si celebrano il 5 marzo, a richiesta dei contadini, ed il 16 novembre; entrambe le date sono state istituite per lo scampato pericolo di terremoto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Via Castello 2
Lipari 98050 Sicilia IT
Get directions
I festeggiamenti ufficiali avvengono il 24 agosto giorno della processione e dei giochi pirotecnici; durante tutto il periodo la Piazzetta di Marina Corta viene animata da concerti e mercatini all’aperto.

Modulo contatto

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Ho una domanda su:

Il tuo messaggio